Via Cinque Giornate, la rabbia dei residenti

Di Marco Vesperini

PORTO SANT’ELPIDIO – È ancora fresco il ricordo dell’aggressione avvenuta la scorsa settimana in Via Cinque Giornate a scapito di un giovane tunisino. “La situazione è grave e il problema si è soltanto spostato” – affermano alcuni residenti – “qui si spaccia eroina alla luce del sole e tutti lo sanno”.

Polizia-e-Carabinieri2-400x215

L’appartamento in cui si è consumata la vicenda è abitato da un italiano, noto agli inquirenti per vicende legate allo spaccio e per le molestie ad altri residenti; ospitava la coppia aggredita che in quel momento era in compagnia dei futuri aguzzini. La ragazza, durante la lite, è uscita urlando dalla porta di casa mentre il ragazzo veniva scaraventato oltre il parapetto, sfondando nella caduta l’auto di alcuni vicini di casa. Il “commando”, poi, è tranquillamente sceso dalle scale dell’appartamento e ha infierito sul giovane finché questi non è riuscito a rifugiarsi nel vicino bar. Nel frattempo sono arrivate le volanti delle forze dell’ordine e i sanitari, avvertiti dai residenti.

I cinque, due tunisini, un marocchino, un algerino e un italiano, sono stati fermati e identificati. Da lunedì agli arresti per tentato omicidio in corso, lesioni aggravate e minacce. I residenti del quartiere San Filippo sono stremati. Un problema derivante dalle frequentazioni di alcuni tossicodipendenti elpidiensi che ospitano personaggi poco raccomandabili provenienti da altri paesi. Sfatato il mito della problematica derivante dalle case popolari. I proprietari dell’immobile sembrano essere decisi a vendere l’abitazione che nel frattempo è stata svuotata dai mobili e chiusa.

“Purtroppo lo spaccio rimane e sembra che questi elementi si siano spostati, ospitati da altri loro conoscenti nel quartiere, e permangono qui, il problema non è ancora risolto”. L’Amministrazione e la Polizia municipale sono a conoscenza della situazione da tempo ed entro maggio dovrebbero portare a compimento l’istallazione di telecamere in punti nevralgici del quartiere, nonché aumentare il controllo dei vigili con la turnazione notturna. Il comandante della municipale Gattafoni nell’ultimo Consiglio comunale ha annunciato che si stanno trovando delle coperture alternative al fondo per il personale, permettendo così l’aumento degli orari dei turni. Anche se ancora non è stata fissata nessuna data per la partenza.

“Chiediamo all’Amministrazione di intervenire il più presto possibile, siamo consapevoli delle difficoltà che questa particolare situazione comporta, ma bisogna che ci aiutino a risolverla perché questi episodi sono in aumento – concludono i residenti – la situazione è esasperante e non vogliamo che qualcuno perda la testa e inizi a farsi giustizia da solo”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...