Arrestato il responsabile dell’aggressione a luci rosse

DSCF1749

Di Marco Vesperini

PORTO SANT’ELPIDIO – È finito in manette l’aggressore che sotto le feste natalizie aveva rapito e derubato una prostituta causando scompiglio nella notte. L’operazione, che ha visto in prima linea la polizia municipale, ha portato l’uomo, di nazionalità marocchina, dietro le sbarre e al sequestro del veicolo usato per la rapina.

Il fatto risale a quest’inverno quando l’uomo aveva fatto salire la ragazza nell’auto, risultata non di sua proprietà, per consumare un rapporto sessuale. La ragazza si è accorta del pericolo dopo un’animata discussione mentre i due viaggiavano verso Sant’Elpidio a Mare, tanto da intimare il conducente di farla scendere dal mezzo. In tutta risposta l’uomo ha estratto un coltello da cucina, minacciando la donna e andando ad urtare un albero lungo il tragitto. Alcuni passanti, assistendo alla scena e attirati dalle urla, si sono lanciati all’inseguimento del mezzo riuscendo soltanto a mettere in salvo la donna che nel frattempo era stata abbandonata sul ciglio della carreggiata.

L’identificazione dell’uomo è avvenuta da parte del nucleo operativo radio mobile, che ha ritrovato l’auto incriminata a Capparuccia di Fermo, risalendo così l’aggressore, già conosciuto dalle forze dell’ordine.

Una collaborazione interforce da parte di Polizia Municipale e il commissariato di Fermo ha permesso l’arresto dell’uomo che non ha apposto resistenza. “Un plauso va alla nostra forza di pubblica sicurezza – afferma il sindaco Nazareno Franchellucci – che si sta sempre più specializzandosi e dimostra che, benché ci siano ancora problemi, abbiamo tutte le armi per combatterli”. Ricordando poi la costante collaborazione con  il nuovo prefetto di Fermo e le nuove misure di sorveglianza che verranno dislocate nei punti caldi della città.

DSCF1747

“Questa operazione dimostra che stiamo ottenendo dei risultati – continua l’ass. Carlo Vallesi – ad inizio estate partiremo con l’istallazione dei circuiti di sorveglianza nella zona centro e nella parte sud della città”. Una marcia serrata richiesta a gran voce anche dai cittadini memori dell’ennesima aggressione, con sciabole e coltelli, avvenuta in Via Cinque Giornate nel quartiere San Filippo.

Un altro strumento per la lotta alla criminalità è stato approvato nella giornata di ieri dal Consiglio Comunale: l’inserimento dell’articolo 29 bis nel regolamento di Polizia Urbana. Previsto il divieto di fermata, di stazionamento e di far salire nell’auto la prostituta. La sanzione prevista è di 200 euro. Tutte le forze politiche hanno votato favorevolmente alla modifica, che eviterà l’utilizzo di ordinanze temporanee da parte del sindaco, ricordando però che ad un’azione restrittiva va affiancata una culturale e di protezione della donna. “Abbiamo rinnovato la nostra collaborazione con le associazioni che aiutano le prostitute – afferma il primo cittadino – convinti che bisogna combattere il fenomeno a tutti i livelli”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...