Parcheggio fatiscente in pieno centro

Diverse buche, una quarantina di siringhe, immondizia ovunque, illuminazione inadeguata. Rabbia dei residenti che puntano il dito contro l’amministrazione; il luogo è lo stesso in cui pochi giorni fa è stata bruciata un’auto.

Di Marco Vesperini

PORTO SANT’ELPIDIO – I residenti di Via Belgio sono arrivati al limite della sopportazione. La causa? Il parcheggio pubblico confinante con Via Principe Umberto.

“Quest’area farebbe inorridirei chiunque, siringhe, immondizia, buche ovunque e fino a poco tempo fa ci venivano anche a buttare l’immondizia”. Perfino la pedana per i disabili è contornata da un ammasso di spazzatura. Purtroppo l’inciviltà deve essere monitorata e così non avviene per un luogo che ha un’illuminazione scadente e di riflesso e privo di cestini per la spazzatura.

I cittadini si sono lamentati più volte con gli amministratori, i quali hanno assicurato un intervento che ad oggi ancora non si è concretizzato. La richiesta è di cestini per l’immondizia, lavori sulle buche del terreno, un’illuminazione adeguata e qualche vigile che controlli ogni tanto la zona. “Fino a poco tempo fa ci buttavano anche i sacchi della spazzatura” affermano gli abitanti della zona; quest’ultima problematica è stata risolta con una segnalazione personale al presidente del Consiglio comunale Vitaliano Romitelli. Ma questo non è sembrato bastare dato che “chi sporca l’area sa che non ci sono pressoché controlli”.

Auto in fiamme a Porto Sant’Elpidio, probabile gesto doloso

Di Redazione POST IT PSE

10906_10204270275066929_9220588839926496205_n

PORTO SANT’ELPIDIO – Fuoco e fiamme al centro di Porto Sant’Elpidio. Oggi, intorno alle ore 15:00 è andata a fuoco un’automobile. La Bmw serie 3 berlina di colore blu scuro era ferma all’interno del parcheggio pubblico di via Belgio(lato ovest).

L’incendio è stato prontamente spento dai Vigili del Fuoco. Sono subito accorsi i Carabinieri della stazione di Porto Sant’Elpidio per fare i rilevamenti del caso. Poco dopo è arrivato anche il proprietario dell’auto, un uomo sulla cinquantina, che appena vista la scena si è messo le mani tra i capelli incredulo.

Ci sono stati anche attimi di paura, in quanto accanto all’auto in fiamme era parcheggiata una Zafira a metano, che ha però subito soltanto lievi danneggiamenti. Un’altra automobile invece, una Bmw X1, ha riportato danni alla carrozzeria e alle ruote sulla fiancata sinistra. Altri danni sono stati registrati alle piante ed al recinto della villa adiacente al parcheggio.

Quasi sicuramente l’atto è di origine dolosa, come inteso dalle prime impressioni dei pompieri, che dubitano di una fatalità. Tocca ora ai Carabinieri indagare sulle motivazioni e su chi avrebbe potuto compiere un gesto del genere.